MasterChef 10: Eliminata Sedighe aspirante chef e regista. La nostra intervista

Se vuoi condividi: grazie!

Una  sorpresa a MasterChef Italia 10 una doppia eliminazione: Sedighe Sharifi Dahaji e Irish Soldani. Avevano convinto nelle prime puntate, hanno perso il grembiule e la possibilità di continuare la gara. Daiana la più convincente con i suoi gnocchi

Questo il verdetto della puntata di giovedì 7 gennaio 2021 a MasterChef Italia andata in onda su Sky e Now tv.

In particolare per Sedighegiudici Antonino Cannavacciuolo, Giorgio Locatelli e Bruno Barbieri  non hanno  apprezzato il tocco artistico che ha voluto mettere nei suoi piatti durante lo Skill Test.  Il primo di questa stagione, dove la concorrente ha sostanzialmente curato di più l’estetica rispetto alla sostanza.

La nostra intervista a Sedighe Sharifi Dahaji concorrente di MasterChef10, dove scopriamo anche la sua attività professionale e le aspirazioni.

Sedighe, ben trovata.Come è nata la tua passione per la cucina?
Quando avevo quattordici anni, ho perso la mia madre e mia sorella minore si separò da me e da mio padre e andò a vivere con mia sorella maggiore. Mio padre non sapeva cucinare ed io ero stanco di mangiare panini freddi e ho iniziato a guardare I programmi di cucina della TV Per imparare, mi mancava l’aroma del cibo fatta a casa.

Come hai deciso la partecipazione a Masterchef e come ti sei preparata?
Poco dopo essere arrivata a Venezia, ho fatto molti amici, poiché sia ​​mio marito che la maggior parte dei miei amici erano italiani, ho iniziato a cucinare cibo italiano e dopo un po ‘, con l’incoraggiamento dei miei amici e di mio marito, mi sono registrato per partecipare al programma.

Sei entrata con un piatto che non ha colpito tutti i giudici, “festa delle noci”, per poi passare nella prima mistery box a un piatto “estremamente bello”. Come spieghi questa differenza di risultati?
Sono una persona sensibile e questo può essere il mio più grande problema e anche il mio più grande vantaggio.

Ero così entusiasta di cucinare per la prima volta nella cucina Master Chef alla fine tutto ciò che sentivo dentro ha avuto influenza inconsciamente nel piatto che ho preparo, specialmente nell’ impiattamento

Oriente o Italia nei tuoi piatti di livello?  E nella cucina di tutti i giorni?
Indubbiamente, le esperienze e la scienza in qualsiasi campo aprono la strada al raggiungimento dell’obiettivo.

Posso dire che cerco quasi sempre di applicare tutto ciò che ho imparato dai due stili di cucina.

Entrambi gli stili di cucina presentano vantaggi e svantaggi che credo si completino a vicenda per ottenere un risultato ideale.

Quale piatto avresti voluto preparare per i giudici?
Se potessi preparare cibo persiano, preferirei sicuramente Ghorme Sabzi o Fesenjun, entrambi piatti tradizionali iraniani che richiedono più di tre ore di tempo.

Ora quali programmi hai? La cucina rimarrà un sogno?
L’arte della cucina rimarrà sempre con me perché è l’unica arte che può esprimere i tuoi sentimenti interiori sotto forma di gusto, profumo e immagine.

Ho lavorato per molti anni come project manager nel campo dell’animazione teaser e della pubblicità, e nel 2015 sono venuta in Italia per continuare il mio master in management e dopo la laurea ho sposato un compagno di classe. Considerando che dopo essere emigrati bisogna ricominciare tutto da capo, per tornare al lavoro che ho sempre amato, ho deciso di iniziare a realizzare cortometraggi in autonomia e migliorare le mie conoscenze nel campo della regia.

Grazie Sedighe, aspettiamo tue news. Come chef e come regista

Photo: credits to Sedighe Sharifi Dahaji

 

 

Se vuoi condividi: grazie!
Pentole Professionali