Certificazione ISO 45001 Sistemi di sicurezza e salute sul lavoro – prevenzione infortuni

Se vuoi condividi: grazie!

Lo standard di certificazione ISO 45001 è il primo standard internazionale a definire i requisiti minimi per le migliori pratiche nei sistemi di sicurezza e salute sul lavoro. Ha sostituito lo standard BS OHSAS 18001 e può aiutarti a prevenire infortuni e malattie professionali e ridurre e gestire il rischio SSL della tua azienda

La certificazione ISO 45001 può aiutarti a prevenire gli infortuni? Sistemi di sicurezza e salute sul lavoro

Il sistema salute e sicurezza è uno strumento in grado di aiutarti perché si basa sul principio del rischio e va oltre la classica gestione dei requisiti obbligatori. Ma include focus aziendale, analisi del contesto, valutazione della gestione organizzativa, analisi dei rischi e delle opportunità, che consentiranno di soddisfare la formulazione di requisiti diretti e indiretti, con particolare attenzione alle azioni preventive e di mitigazione a livello di sistema.

Per essere certificate, le aziende devono prima risultare conformi ai requisiti obbligatori, poi quelli definiti dalla norma volontaria ISO 45001. Inoltre il management deve avere una profonda conoscenza dell’ambiente in cui opera, dei fattori interni ed esterni che possono influenzare le prestazioni del sistema, dei rischi e di come gestirli.

Richiede impegno, responsabilità e coinvolgimento diretto dei lavoratori nella gestione dei sistemi di salute e sicurezza sul lavoro. Per le valutazioni dei rischi e l’identificazione degli infortuni e delle malattie professionali legate alle attività aziendali, l’alta direzione deve coinvolgere direttamente i lavoratori, incoraggiandoli a segnalare pericoli, infortuni, rischi e opportunità, nonché informare la decisione finale sull’azione da intraprendere. adozione.

I dipendenti devono essere informati e formati sui diversi aspetti della sicurezza e salute sul lavoro. Ma oltre a ciò, devono essere attuate attività volte a partecipare attivamente al sistema. L’organizzazione prenderà in considerazione anche le esigenze degli altri stakeholder (clienti, fornitori, sindacati, ecc.).

La norma ISO 45001 offre numerosi vantaggi non solo in termini di sicurezza ma anche in termini di economia. Prima di entrare nel merito di questa importante norma, approfondiremo la tematica sulla sicurezza sul lavoro.

Perché la sicurezza sul lavoro è importante?

La salute e sicurezza sul lavoro è prima di tutto un diritto del lavoratore. Questo è anche nell’interesse dell’azienda, in quanto garantisce un ambiente più sicuro, non incorre in sanzioni ed aumenta la produttività. Ciò consente alla società di sostenere i minori costi sociali di infortuni. malattie professionali e morti bianche. I costi sociali comprendono le cure mediche, il lavoro perso, il risarcimento e i premi assicurativi.

In sostanza, la salute sul lavoro e la prevenzione degli infortuni e delle malattie è per tutti e rappresenta una scelta giusta e corretta.

Infortuni sul lavoro che spesso dipendono da una scarsa prevenzione da parte delle aziende, nonché da negligenze e valutazioni errate dei rischi da parte dei lavoratori. Ecco perché è importante includere anche un’adeguata formazione dei dipendenti in un sistema di gestione della SSL. L’informazione, partecipazione, e la formazione del personale su rischi e pericoli sono aspetti essenziali di una corretta gestione.

Sicurezza sul lavoro: significato e importanza

La sicurezza sul lavoro comprende una serie di azioni interne ed esterne all’interno di un’organizzazione per mantenere le persone al sicuro.

La salute e la sicurezza dei lavoratori è in cima alle classifiche di importanza tra le attività di cui si deve occupare un datore di lavoro. Senza contare che un ambiente salubre, la salute fisica e mentale, lo svolgimento sicuro delle attività e la necessaria formazione aumentano la produttività e le competenze dei lavoratori e riducono notevolmente il rischio di infortuni.

La prevenzione e la sicurezza sul lavoro è un ottimo investimento che aumenta la produttività e riduce i costi (incluse le sanzioni). Non solo: aumenta i rating delle società che piacciono a banche e investitori, il che significa che sono possibili condizioni di credito migliori.

Un efficace SGSSL (Sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro) riduce i rischi, migliora l’immagine e la reputazione dell’azienda e riduce i costi, portando a ritorni finanziari. Oltre che proteggere il datore di lavoro dalle responsabilità amministrative secondo la L. 231.

Obblighi dei datori di lavoro nei confronti dei dipendenti: legislazione

Il mancato rispetto delle normative vigenti in materia comporta risarcimenti, sanzioni amministrative e penali.

Ai sensi del Decreto n. 81/2008, Testo Unico Salute e Sicurezza sul Lavoro, e del Decreto n. 106/2009, i datori di lavoro sono tenuti a:

  • Effettuare la valutazione dei rischi;
  • Nominare il servizio di prevenzione e protezione;
  • Nominare il team per le emergenze antincendio e primo soccorso;
  • Favorire l’elezione del rappresentante per i lavoratori in ambito della sicurezza;
  • Organizzazione delle attività lavorative;
  • Tutelare la salute fisica e psichica dei dipendenti;
  • Informare i lavoratori sui rischi specifici che possono incontrare e organizzare programmi di formazione e istruzione;
  • Garantire che i lavoratori possano utilizzare macchine e strumenti senza rischi;
  • Verifica e vigilanza sul rispetto delle norme antinfortunistiche da parte dei lavoratori;
  • Nominare un medico per effettuare sorveglianza sanitaria dei dipendenti quando necessario.

Produzione sicura: quale sistema di gestione scegliere?

Arte. L’articolo 2 del decreto n. 81/2008 afferma che una valutazione del rischio mira a “determinare misure idonee a garantire un innalzamento del livello di salute e sicurezza nel tempo”.

Che tipo di sistema di gestione può adottare un’azienda responsabile per migliorare il proprio modello organizzativo per conformarsi alla legge e non rischiare sanzioni amministrative e penali?

Secondo l’art. Ai sensi dell’articolo 30 del D.Lgs. 81/08, la norma che esonera gli enti dall’obbligo di responsabilità amministrativa (oltre all’ottenimento di uno sconto sui premi INAIL) è la norma ISO 45001, che, inoltre, consente il miglioramento continuo delle prestazioni organizzative.

Certificazione ISO 45001: rischi ed opportunità

Ciascuna azienda può stabilire i limiti e l’applicabilità del Sistema di Gestione della Salute e Sicurezza sul Lavoro ISO 45001 come previsto dalla legge. Deve essere in grado di valutare rischi e opportunità (identificare la possibilità di pericolo) pianificando azioni correttive.

In caso di incidente o non conformità, le organizzazioni devono essere in grado di rispondere rapidamente con controlli e azioni correttive. Per ogni incidente che si verifica, l’azienda deve conservare informazioni documentate sul tipo di incidente, l’esito, l’efficacia delle azioni intraprese e comunicarlo ai lavoratori ea tutte le parti interessate.

Tra queste opportunità possiamo citare l’analisi e la valutazione delle prestazioni o dei compiti, le indagini sugli incidenti, le ispezioni, solo per citarne alcune.

Per mantenere e migliorare le performance del sistema di gestione, l’organizzazione definirà obiettivi:

  • Pre operativi (di progetto, processo, stabilimento);
  • strategici per migliorare le prestazioni complessive del sistema;
  • operativi, riferiti all’attività aziendale.

Per raggiungere questi obiettivi, l’azienda deve verificare le risorse necessarie (finanziarie, umane, di fabbrica, sistemi informatici, ecc.).

L’efficacia della valutazione del rischio sarà riesaminata periodicamente (dalla direzione o da audit interni) e il sistema di gestione per la SSL dovrà essere modificato, se necessario.

Quali aree necessitano di un miglioramento continuo per la sicurezza?

Il miglioramento continuo su cui le aziende devono concentrarsi si riferisce alle seguenti aree:

  • Svolgimento del processo di gestione della sicurezza e salute sul lavoro;
  • Partecipazione dei dipendenti all’attuazione delle azioni correttive;
  • Comunicazione dei risultati ai dipendenti o rappresentanti dei lavoratori;
  • Mantenere le informazioni documentate.

I fattori che maggiormente influenzano il miglioramento continuo in un’organizzazione sono diversi. Questi includono: migliori pratiche interne ed esterne, innovazioni tecnologiche, nuove conoscenze o materiali, abilità e competenze dei dipendenti.

Certificazione ISO 45001: Riduzione Infortuni e Vantaggi Economici per l’Azienda

Il principale vantaggio di un’azienda certificata ISO 45001 è la riduzione degli infortuni sul lavoro, degli infortuni e delle malattie professionali. Questo vantaggio ne accresce la reputazione e la competitività sul mercato.

Oltre a questo importante traguardo, ci sono dei vantaggi economici:

  • riduzione dei costi diretti e indiretti relativi a infortuni e malattie professionali (spese mediche e legali, perdita di produttività, sanzioni, danni di immagine, ecc.);
  • Ridurre i premi INAIL per infortuni e malattie professionali presentando il modello OT 23.
  • Inoltre, le imprese hanno la possibilità di essere esonerate dalla responsabilità sociale d’impresa (lgs. 231/01);

La norma ISO 45001 integra la struttura HLS (High Level) e garantisce l’omogeneità tra le varie norme ISO, in particolare ISO 9001 (Gestione della qualità), ISO 14001 (Gestione ambientale), ISO 22000 (Gestione sicurezza alimentare), e ISO 27001 (Gestione sicurezza dati).

Per fare un salto di qualità è fondamentale avere un ambiente di lavoro “sano” nella propria azienda. Un ambiente sicuro consentirà inoltre il corretto svolgimento dei processi, facilitando la generazione e la prevenzione di infortuni, malattie professionali e morti bianche.

Il processo di certificazione consta vari passaggi, per approfondirne i requisiti e gli step, ti segnaliamo una utile guida che puoi visionare a questo indirizzo: www.sistemieconsulenze.it/certificazione-iso-45001/

Certificazione ISO 45001 e prevenzione infortuni – Sistemi di sicurezza e salute sul lavoro

Se vuoi condividi: grazie!