#ilgustodifernando: Mangiare nella campagna versiliese all’Associazione Gastronomica 213

Se vuoi condividi: grazie!

Siamo nella campagna versiliese. Capezzano Pianore è una paesello tra il centro storico di Camaiore e il mare, dove c’è un piccolo tesoro culinario nascosto (“piccolo” e “nascosto” sono ormai licenze poetiche dato il meritato successo di pubblico)

Si tratta dell’ Associazione Gastronomica 213 , appunto al 213 di via Sarzanese a Capezzano Pianore, Camaiore.  La struttura è inserita in un vecchio borgo di case coloniche in pietra in pieno stile toscano: qua si affittano anche le camere per il pernottamento. Spesso è facile incontrare i pellegrini che percorrono il vicino tratto della  via Francigena: da  Avenza a Pietrasanta.

Nelle sale interne del 213 , arredate in stile hippie/country chic, vengono esposte opere di artisti locali contemporanei, mentre in estate è piacevole cenare sotto i gazebo nel lussureggiante orto giardino.

I gestori, Mirko e Giorgio, sono una fantastica coppia sia nella vita che nel lavoro : li accomunano  la passione per i viaggi e per le varie cucine del mondo. Al 213  la proposta culinaria è stagionale e caratterizzata dall’utilizzo di materie prime rigorosamente locali : si presentano piatti classici toscani, sia  di terra che di mare, rivisitati con un tocco fusion/mediterraneo in alternanza a proposte vegetariane molto interessanti.
Servizio giovane, attento e cortese. Come una seconda casa.

Associazione Gastronomica 213 Via Sarzanese, 213, 55041 Camaiore LU,

telefono 0584 184 1281 https://associazione213.business.site/

#ilgustodifernando “Imprenditore, curatore d’arte e viaggiatore, sono sempre stato alla ricerca del bello e del buono. Ho girato i cinque continenti per mari e monti, ho visitato luoghi e città e mi sono calato in culture lontane per poi tornare a riscoprire la mia Toscana con i suoi tempi e le sue tradizioni. Borghi storici, città signorili e repubbliche marinare: la nostra regione è un meraviglioso mix di arte e cultura enogastronomica, che mi diverto a raccontare con un pizzico di ironia.” Diego Fernando Menchini 

 

Crema di zucca mantovana

 

Carciofi ripieni
Parmigiana di carciofi
Gnudi di ricotta e spinaci
Costolette di agnello fritte
Crema catalana all’alchechengi
Se vuoi condividi: grazie!